Dipartimento Medico

Unità Operativa Complessa di Pronto Soccorso

Dipartimento di Ostetricia

Direttore

Dr. Antonello Strada

Direttore Unità Operativa Complessa Pronto Soccorso

Dirigenti medici

Dr.essa Alessandra Baccarin

Dr.ssa Marta Bonoldi

Dr. Domenico Iovino

Dr.essa Anna Natalizi

Responsabile Unità Operativa Semplice Osservazione Breve Intensiva

Dr. Alessandro Rampoldi

Dr. Davide Randrizzani

Dr. Sandro Redaelli

Dr. Gianluca Semeraro

Dr. Berruti Vittorio

Coordinatori

Sig. Maurizio Proserpio


Collaboratori

  • Équipe infermieristica
  • Personale di supporto
  • Personale amministrativo

Reperibilità

Medici, personale infermieristico e tecnico presente o reperibile 24 ore su 24 per le consulenze di specialità

  • Anestesiologia e Terapia Intensiva
  • Cardiologia (Clinica e Terapia Intensiva Cardiologia)
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Toracica
  • Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva*
  • Ginecologia
  • Laboratorio Analisi
  • Medicina Generale
  • Neurologia
  • Oculistica*
  • Ostetricia
  • Pediatria
  • Radiologia*

*reperibilità dalle ore 20:00 alle ore 8:00 e festivi 24h/24h


Astanteria

Dispone di 4 posti letto dedicati all’osservazione nei casi di:

  • Attesa di ricovero o trasferimento ad altra struttura
  • Attesa esito esami diagnostici
  • Terapia breve

O.B.I.
Osservazione breve intensiva

Dispone di 2 posti letto monitorizzati dedicati a:

  • Stabilizzazione clinica entro 24 ore
  • Trattamento patologie acute “time” dipendenti

Criteri di accesso

Il Pronto Soccorso è un servizio deputato esclusivamente all’urgenza.

Vengono fornite tutte le prestazioni diagnostiche presenti nella struttura. Nel caso di necessità di ricovero o di consulenza ambulatoriale urgente in ambiti specialistici non presenti nella Struttura Ospedaliera (es. Ortopedia-Traumatologia, Urologia e Nefrologia, ORL, …), il Paziente viene trasferito presso un’altra Struttura Pubblica o Convenzionata che, previo contatto telefonico, abbia disponibilità per la prestazione richiesta.

Si può accedere al Pronto Soccorso:

  • Tramite SSUEm 118 (ambulanza): ingresso riservato da Ingresso F, Via S. Garovaglio, 12
  • Con mezzi personali: ingresso riservato da ingresso G, Via S. Garovaglio 14

I criteri di ammissione alla sala visite sono dettati dalla gravità delle condizioni del Paziente e non dall'ordine di arrivo.

All’arrivo in Pronto Soccorso ogni Paziente, indipendentemente dalla modalità di arrivo (ambulanza o mezzi propri), viene accolto da un Infermiere Professionale che, sulla base di una prima valutazione clinico-anamnestica, gli assegna un codice-colore (Triage).
Il Triage ha lo scopo di:

  • Identificare le priorità e l’area più appropriata di trattamento
  • Assicurare immediata assistenza al malato che giunge in emergenza
  • Indirizzare alla visita medica i pazienti secondo un codice di priorità
  • Ridurre i tempi di attesa
  • Migliorare la qualità delle prestazioni professionali del personale in Pronto Soccorso
  • Valutare periodicamente le condizioni dei pazienti in attesa
  • Fornire informazioni sanitarie e circa i presumibili tempi d’attesa, ai Pazienti e ai loro parenti

La modalità di arrivo in Pronto Soccorso non costituisce, a priori, criterio di valutazione di gravità. Questo può significare, per alcuni pazienti, periodi di attesa prolungati qualora si presentino pazienti in condizioni cliniche di maggiore gravità.

Pazienti in età pediatrica e donne con disturbi di pertinenza ostetrico-ginecologico, verranno inviati ai rispettivi Pronto Soccorso:

  • Pronto soccorso pediatrico, 4° piano blocco A
  • Pronto soccorso Ostetrico-Ginecologico (dopo TRIAGE), 4° piano blocco B


Codici colore del sistema TRIAGE

In ordine decrescente di urgenza

Rosso
Viene assegnato ai Pazienti con disturbi più gravi o che necessitano della massima urgenza di intervento

Giallo
Viene assegnato a Pazienti con lesioni o disturbi gravi. Il personale di Pronto Soccorso li assisterà nel più breve tempo possibile, ma sempre dopo i pazienti con il “codice rosso”

Verde
Viene assegnato a Pazienti con patologie non urgenti e vengono ricevuti dopo i casi contrassegnati con i “codici rosso e giallo”

Bianco
Viene assegnato a pazienti con patologie che non richiederebbero il ricorso al Pronto Soccorso. I Pazienti sono comunque assistiti, ma solo dopo che il personale ha risolto i casi più urgenti (“codici rossi, giallo e verde) In caso di “codice bianco” e a giudizio del Medico i Pazienti sono tenuti al pagamento del ticket quando la prestazione erogata non riveste effettive caratteristiche d’urgenza.

Norme di comportamento

Per un corretto svolgimento delle attività di Pronto Soccorso, i Pazienti e i loro accompagnatori sono invitati a seguire le indicazioni fornite dal personale di TRIAGE e attendere il proprio turno nell’area d’attesa assegnata. La sala d’attesa del Pronto Soccorso è attrezzata con telefono pubblico, distributori automatici di bevande calde e fredde e di snack.

Sopra la porta che separa la Sala d’Attesa del Pronto Soccorso dalle Sale Visita, c’è un’insegna che, quando accesa, segnala ai Pazienti in attesa, che tutto il personale del Pronto Soccorso è impegnato per una grave emergenza. In questi frangenti il Personale garantisce agli utenti esterni, per lo stretto tempo necessario al superamento dell’emergenza, solo prestazioni estremamente urgenti; si richiede, in queste situazioni, la massima collaborazione, al fine di ridurre al minimo, il disagio dei tempi d’attesa.

Al termine dell’iter diagnostico-terapeutico, qualora non emergano elementi che giustifichino un ricovero presso il nostro o altro Ospedale, il Paziente di Pronto Soccorso verrà dimesso.

All’atto della dimissione verrà consegnata copia del verbale di Pronto Soccorso contenente:

  • La diagnosi;
  • La descrizione degli esami effettuati;
  • La terapia somministrata;
  • L’eventuale indicazione a ulteriori terapie e/o la necessità di successive visite di controllo;

L’esito degli esami effettuati potrà essere ritirato presso gli sportelli di ingresso H, Via Dante Alighieri n. 13, (dalle 10:00 alle 16:00
da lunedì a venerdì)
dopo 4-5 giorni lavorativi dalla dimissione, presentando il/i tagliando/i di ritiro consegnato/i dal personale di Pronto Soccorso alla dimissione.

L’Amministrazione dell’Ospedale Valduce declina ogni responsabilità per eventuali danni e/o furti che dovessero avvenire all’interno della Struttura. Pertanto i Pazienti in attesa sono invitati a consegnare al loro accompagnatore protesi dentarie ed effetti personali al fine di evitare smarrimenti durante lo svolgimento delle pratiche diagnostiche e terapeutiche.


Pagamento del ticket

Le prestazioni di Pronto Soccorso, valutate non urgenti dal Medico del Servizio (codice bianco), sono soggette, a discrezione del Medico, al pagamento del ticket secondo la normativa vigente (D.G.R. n. 4750 del 18/05/2007) nella quota stabilita di 25 euro per la visita specialistica, comprese eventuali altre prestazioni diagnostico-terapeutiche.

Non sono sottoposti al pagamento del ticket:

  • I Pazienti che godono di un’esenzione per le prestazioni ambulatoriali (patologia, invalidità, ecc.);
  • Le prestazioni seguite da ricovero;
  • Le prestazioni effettuate a seguito di infortunio sul lavoro in assicurati INAIL;
  • Le prestazioni effettuate su richiesta degli organi di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria;

Sono esentati dal pagamento del ticket:

  • I bambini di età inferiore a 14 anni
  • Gli adulti di età superiore a 65 anni
  • Tutte le categorie esenti, previste per le prestazioni ambulatoriali